Questo sito usa cookie per una migliore esperienza web. Navigando su questo sito acconsenti ad usare i nostri cookie. Informazioni | Chiudi

recensioni

 
LE SERATE DELLA CICALA
LA FELICITÀ DIPENDE DA NOI


I LABORATORI DELLA CICALA
UNO NESSUNO CENTOMILA


LE SERATE DELLA CICALA
LA FELICITÀ DIPENDE DA NOI


LA CICALA IN MOSTRA
ALLA LUCE DEL CUORE


LE SERATE DELLA CICALA
GUARDARE FUORI PER GUARDARSI DENTRO


 

 

 

 
LA DIFFERENZA NON è UNA SOTTRAZIONE
Silvana Sola, Marcella Terrusi
Lapis, 2009
libro recensito da: Cicala
Il felice, fantastico titolo appartiene a un volume uscito di recente per le edizioni Lapis, in collaborazione con Ibby Italia che dal 2007 diffonde in Italia la Selezione Internazionale di libri per ragazzi con disabilità. Proprio di ragazzi, libri e disabilità si parla: il volume infatti vuole essere un momento di riflessione attorno ai contributi di attori diversi, attraverso le testimonianze di addetti ai lavori, sul concetto di diversabilità applicato ai libri per bambini e ragazzi. Accanto alla riflessione importante di uno pedagogista come Andrea Canevaro, si trovano i contributi di chi i libri li pensa, li scrive, li illustra e li porta ai lettori e quindi deve fare i conti con la diversabilità. Testimonianze di scrittori, illustratori ed editori, ma anche le esperienze di biblioteche, di studi particolari, di case editrici come la francese Les Doigts Qui Revent che ha scelto di produrre libri per bambini ciechi. Accanto un percorso bibliografico ragionato. A legare insieme i diversi contributi l’idea di fondo della condivisione della responsabilità e l’idea del libro come mediatore di conoscenza ed esperienza.

Mi ha particolarmente affascinato la riflessione di Canevaro e la sua introduzione del concetto di resilienza, termine tecnico del mondo edilizio. La resilienza è la capacità di un materiale di riprendere la sua forma dopo esser stato schiacciato o aver perso la forma originaria. Applicato a un bambino – o a un essere umano in generale – è quindi la capacità di poter riprendere la propria struttura nonostante le deformazioni subite, le violenze delle situazioni in cui hanno vissuto. Un concetto che porta in sé una possibilità.

(recensione di Caterina Ramonda, laureata in Conservazione dei Beni Culturali all’Università di Parma, si occupa di promozione della lettura nelle biblioteche del Sistema bibliotecario di Fossano (Cuneo) ed è responsabile delle attività delle biblioteche dell’Unione del Fossanese. Svolge attività di laboratori e incontri di lettura con i ragazzi. Collabora con Equilibri e alla rivista Fuorilegge. La lettura bandita. La recensione è stata presa dal sito biblioragazzi).





[ clicca qui per tornare alla lista delle recensioni ]

 

info@lacicalalibri.it
via Statale 5/L, Merate (23807) - Telefono: 039.9900755 - P.IVA 02728870136

Cookie policy