Questo sito usa cookie per una migliore esperienza web. Navigando su questo sito acconsenti ad usare i nostri cookie. Informazioni | Chiudi

recensioni

 
LE SERATE DELLA CICALA
LA FELICITÀ DIPENDE DA NOI


I LABORATORI DELLA CICALA
UNO NESSUNO CENTOMILA


LE SERATE DELLA CICALA
LA FELICITÀ DIPENDE DA NOI


LA CICALA IN MOSTRA
ALLA LUCE DEL CUORE


LE SERATE DELLA CICALA
GUARDARE FUORI PER GUARDARSI DENTRO


 

 

 

 
RACCONTI DEI SAGGI GIARDINIERI
Pascal Fauliot, Patrick Fischmann
L'Ippocampo, 2011
libro recensito da: Cicala
E' un libro di racconti, miti, fiabe, novelle sul giardino e soprattutto sulla filosofia e le azioni di chi lo coltiva, che provengono da Francia, Arabia, Cina e da paesi ancora più lontani: Racconti dei saggi giardinieri (pp. 240, euro 15), un volume elegantissimo rilegato in tela e corredato da trenta magnifiche tavole a colori, ultimo uscito di una collana creata dalle Editions du Seuil e puntualmente tradotta in italiano. Gli autori,Pascal Fauliot e Patrick Fischmann, non sono solo compilatori di antologie ma anche narratori e musicisti che portano queste storie ovunque siano richieste, dando loro vita col corpo e con la voce. E in questo libro, dopo aver affrontato in altri volumi della collana temi come il cielo degli astrologi, dei poeti e di popoli antichi e lontani, o l'islam delle brevi storie turco-persiane, umoristiche e piene di saggezza, hanno scelto per la loro ultima antologia versioni poco conosciute di racconti celebri come quello dell'uomo povero che non possedeva neppure la camicia e trovava la sua felicità nel coltivare la terra, assieme a storie meno note che provengono quasi sempre dal Medio o Estremo Oriente.
Vediamo così sfilare la ex geisha Chiyo, che con la minaccia di trasformarlo in legna da ardere, riesce a far rifiorire il ciliegio del governatore, o il giardiniere del re di Persia che disturba il suo padrone lavorando nel giardino fino a tardi e per questo rischia una punizione che eviterà abilmente o lo spocchioso letterato confuciano che crede di sapere tutto su come si annaffia e dà lezioni a un vecchio giardiniere da cui verrà poi messo in ridicolo. E il giardino, luogo dove natura e cultura confluiscono, di storia in storia diventa metafora dell'esistenza e suggerisce la possibilità che il suo spazio chiuso sia, in realtà, molto più vasto e promettente di quel che appare.

(recensione a cura di Francesca Lazzarato, tratta da Il Manifesto)





[ clicca qui per tornare alla lista delle recensioni ]

 

info@lacicalalibri.it
via Statale 5/L, Merate (23807) - Telefono: 039.9900755 - P.IVA 02728870136

Cookie policy