Questo sito usa cookie per una migliore esperienza web. Navigando su questo sito acconsenti ad usare i nostri cookie. Informazioni | Chiudi

novità

 
LE SERATE DELLA CICALA
AD ALTA VOCE: RAY BRADBURY


I SEMINARI DELLA CICALA
IL MESTIERE DI DAR FORMA AL RACCONTO


I LABORATORI DELLA CICALA
METODO CAVIARDAGE


MAMME&LIBRI
IL NEONATO: QUALI SONO I SUOI BISOGNI?


LA CICALA IN MOSTRA
MOSTRA NOVITÀ EDITORIALI


 

 

 

 
I MARTEDI' DELLA CICALA
FATE IL VOSTRO GIOCO! IL PIACERE LUDICO A SCUOLA E NON SOLO

martedì 2 ottobre alle 21
presso la libreria
DINO TICLI
presenta il suo ultimo libro
FATE IL VOSTRO GIOCO
Il piacere ludico a scuola ... e non solo

edizioni La Meridiana
scritto in collaborazione con
Franca Calvetti

Si gioca per il piacere di farlo. A differenza di altre attività umane, nel gioco non c’è altra giustificazione che il gioco stesso. E, poi, nel gioco il procedimento è più importante del risultato, e questo libera dall’ansia della prestazione, dalla frustrazione dell’errore, dalla paura del giudizio.
Il piacere ludico suscita la creatività, sprigiona la libertà espressiva, attiva imprevedibili processi di apprendimento. Infatti, non s’impara solo con la riflessione razionale che procede in modo graduale, logico, strutturato, analitico, ma anche con un approccio ludico e quindi intuitivo, emotivo, sensoriale e creativo.
Giocare in gruppo, inoltre, apre anche all’incontro con l’altro. Socializzare significa rapportarsi col rispetto delle regole comuni, accettare la volontà degli altri e far valere le proprie ragioni, contrattare, cooperare e competere senza il ricorso al sorpruso e alla violenza.
L’idea di questo catalogo ricco ed eterogeneo è che il piacere ludico debba essere al centro anche dell’esperienza educativa, e in primo luogo della scuola. Questo non è un libro da leggere ma da usare. Si possono sfogliare queste pagine seguendone l’ordine oppure collegando ambientazioni simili. Creando un percorso alimentare fra giochi con materiali commestibili, oppure uno sull’investigazione, sfidando la logica con percorsi su magia e inganno, o ancora lavorando solo con gli animali o le città. Così il libro diventa una preziosa cassetta nella quale, a seconda delle circostanze, si può sempre trovare un attrezzo utile per rinforzare i legami affettivi e, quindi, rendere più efficace l’azione educativa.

Dino Ticli, docente di Scienze in un liceo e collaboratore di un museo di storia naturale, è conosciuto scrittore di numerosi romanzi per ragazzi e opere di divulgazione, in cui combina abilità letteraria e competenza scientifica. Molti suoi lavori gli sono valsi riconoscimenti e premi.
E' spesso in giro per l'Italia proponendo laboratori scientifici e letterari legati alla sua produzione; intrattiene il suo giovane pubblico anche con attività ludiche che favoriscono e sviluppano il piacere della lettura.
 
APPELLO PER I DIRITTI UMANI IN BIRMANIA
Da Amnesty International:
"A Myanmar è in atto una violenta repressione delle manifestazioni pacifiche, che si stanno svolgendo in tutto il paese da oltre un mese. rnIl 25 settembre circa 300 persone sono state arrestate durante le proteste e tre monaci sono stati uccisi: uno da un colpo d'arma da fuoco e gli altri due a seguito di un pestaggio. Il giorno dopo vi sono state altre vittime, e almeno un giornalista è rimasto ucciso. rnFonti non ufficiali hanno fatto sapere ad Amnesty International che oltre 50 monaci sono rimasti feriti.
rnLe ultime notizie ricevute da Amnesty International in queste ore non sono incoraggianti. Numerosi raid da parte della polizia stanno avendo luogo in queste ore nei monasteri buddisti di Yangon e in altre città del paese, non si conosce ancora il numero preciso dei monaci arrestati e delle persone rimaste ferite.
Per scongiurare il ripetersi del bagno di sangue del 1988, quando furono uccise circa 3000 persone, Amnesty International ha lanciato un appello alle autorità di Myanmar chiedendo loro di mettere fine alle repressioni contro i dimostranti pacifici e garantire il rispetto del diritto di manifestazione."
Per aderire all'appello cliccare qui.
 
EDUCAZIONE ALLA DURATA
Un pamphlet di Antonio Scurati, La letteratura dell'inesperienza. Scrivere romanzi al tempo della televisione serve da spunto a Emilio Varrà dell'associazione Hamelin di Bologna per alcune note pedagogiche di estremo interesse.

Rimandiamo al numero 18 rivista Hamelin (consultabile in libreria) per una lettura integrale dell'articolo ma è possibile averne un "assaggio" consultando la sezione recensioni del sito (raggiungibile anche cliccando qui).

"Mi limito qui a segnalare due elementi su cui a mio avviso bisognerebbe riflettere. Uno è proprio la necessità di un'educazione alla durata, al tempo lungo, al senso della sospensione e dell'attesa a cui le nuove generazioni sono sempre più inadeguate, abituate a una temporalità puntiforme, fatta di istanti e non di segmenti. In questo senso la pratica della lettura, silenziosa o ad alta voce, diventa utilissima non solo nell'ambito di una educazione umanistica, ma per la formazione della persona."
(Emilio Varrà, Insegnare l'esperienza, note pedagogiche su un saggio di Antonio Scurati, Hamelin #18, p.46)



 pagine: <<  |  <  | 171 | 172 | 173 | 174 | 175 | 176 | 177 | 178 | 179 | 180 |  >  |  >>


info@lacicalalibri.it
via Statale 5/L, Merate (23807) - Telefono: 039.9900755 - P.IVA 02728870136

Cookie policy