Questo sito usa cookie per una migliore esperienza web. Navigando su questo sito acconsenti ad usare i nostri cookie. Informazioni | Chiudi

novità

 
FUORIPROGRAMMA
SALDI (FINO A SETTEMBRE ;-)


LA CICALA IN MOSTRA
MOSTRA NOVITÀ EDITORIALI


PHILOCICALA
FILOSOFIA E ARTE DELLA VITA


LA CICALA IN MOSTRA
FIGURE GENTILI CHE SI USANO FRA NON LONTANI


PHILOCICALA
CICAMEMO: LE PHILOINTERVISTE IN VILLA CEDRI


 

 

 

 
BEN ARRIVATA GRETA!!!
Alla piccola Greta, figlia di Paola e Andrea, nata venerdì 15 giugno a mezzogiorno la Cicala dedica questa poesia di Kavafis (che come Paola e Andrea ben sanno è il miglior viatico che possiamo immaginare per la nostra minuscola amica)...

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
I Letrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere d'incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, non certo
né nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti - finalmente, e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d'ogni sorta, più profumi
inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca -
raggiungerla sia un pensiero costante.
Soprattutto non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchia
metta piede sull'isola, tu, ricca
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messa
in viaggio: che cos'altro ti aspetti?

E se la trovi povera,
non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatta ormai savia, con tutta la tua esperienza addosso
già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.
 
I MARTEDI DELLA CICALA
COME PUO' ESSERE COSI' DIFFICILE?
martedì 12 giugno alle 21
presso la libreria
COME PUO' ESSERE COSI' DIFFICILE?
affrontare la dislessia a scuola

ne parliamo con
prof. GIUSEPPE VALSECCHI
docente, membro commissione scuola AID regionale
e SILVIA TODESCHINI
presidente provinciale AID Lecco

La dislessia è una difficoltà che riguarda la capacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente. Non è causata da un deficit di intelligenza né da problemi ambientali, psicologici o da deficit sensoriali o neurologici. Il dislessico può leggere e scrivere, solo impegnando al massimo le sue energie e capacità. Negli ultimi anni si sono compiuti progressi considerevoli per quanto riguarda sia il riconoscimento sia il trattamento della dislessia, ma non sempre questi si sono tradotti in un miglioramento della qualità della vita dei bambini che hanno questo disturbo e dei loro genitori, che tuttora possono trovarsi soli, incompresi e privi di risorse.
Per questo è importante creare occasioni di incontro rivolte a genitori e operatori, in particolare insegnanti, con l’obiettivo di favorire la conoscenza di questo disturbo sia per poter capire meglio quali difficoltà pone (sul piano dell’apprendimento, emotivo, ecc.) sia per rendere disponibili le informazioni relative ai trattamenti e agli aiuti disponibili.

LA SERATA E’ ORGANIZZATA
IN COLLABORAZIONE CON
L’ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA DI LECCO
 
I MARTEDI DELLA CICALA
A BI CI CIBO
martedì 5 giugno alle 21
presso la libreria
A Bi Ci CIBO
vivere con il bambino l’educazione
al gusto e al mangiar sano

ne parliamo con le psicologhe dello studio Dialogos
RAFFAELLA RIGAMONTI e
ANNA ZARDI

Oggi un numero sempre più imponente di ricerche scientifiche mette in relazione la comparsa di numerose malattie con abitudini alimentari scorrette. Per questo molti esperti sono convinti che una eredità preziosa da lasciare ai nostri figli sia far conoscere loro l’importanza di una buona alimentazione.
Non è facile però. Il rapporto con il cibo è infatti una preoccupazione che affligge molti genitori: “Pasticcia tutto il giorno e a tavola non tocca nulla!” ... “Mangia sempre e solo le stesse cose” … “Mio figlio mangia solo schifezze” … “Per farlo mangiare devo sempre distrarlo” … “La mattina non vuole mai fare colazione” … “Non c’è verso di fargli mangiare la verdura”
Come impedire che i nostri piccoli si nutrano solo di schifezze? Come convincerli a sedersi a tavola, invece di stare seduti davanti alla tv? Come ritrovare con loro il gusto e il piacere del mangiare sano?
Questo incontro non vuole fornire risposte precotte a questi interrogativi ma vuole essere un momento creativo in cui, mescolando insieme gli ingredienti dati dalle esperienze personali, si possano creare nuove gustose esperienze emotive e relazionale da far provare poi ai vostri bambini.

Raffaella Rigamonti, è psicologa-psicoterapeuta, coordinatrice progetto Grasso o Magro ASL Città di Milano
Anna Zardi, è psicologa dell’età evolutiva



 pagine: <<  |  <  | 171 | 172 | 173 | 174 | 175 | 176 | 177 | 178 | 179 | 180 |  >  |  >>


info@lacicalalibri.it
via Statale 5/L, Merate (23807) - Telefono: 039.9900755 - P.IVA 02728870136

Cookie policy