Questo sito usa cookie per una migliore esperienza web. Navigando su questo sito acconsenti ad usare i nostri cookie. Informazioni | Chiudi

novità

 
LA CICALA IN MOSTRA
MOSTRA NOVITÀ EDITORIALI


PHILOCICALA
FILOSOFIA E ARTE DELLA VITA


LA CICALA IN MOSTRA
FIGURE GENTILI CHE SI USANO FRA NON LONTANI


PHILOCICALA
CICAMEMO: LE PHILOINTERVISTE IN VILLA CEDRI


PHILOCICALA
LE PHILOINTERVISTE


 

 

 

 
I SABATI BILINGUE
STORY TIME FOR LITTLE ONES

sabato 27 ottobre alle 16
presso la libreria è di nuovo tempo di
STORY TIME FOR LITTLE ONES

Oggetto della lettura animata a cura di Susan Marshall e Stefania Riglietti saranno questa volta When Mum turned into a Monster di Joanna Harrison e Winnie's New Computer di Paul Korky e Valerie Thomas.

Le letture sono rivolte a bambine e bambini dai 5 agli 8 anni (come sempre con una certa elasticità) ed è decisamente consigliata la prenotazione allo 039/9900755 oppure via mail all’indirizzo info@lacicalalibri.it.
 
FUORIPROGRAMMA
I SAPERI ILLECITI DEL METICCIATO

venerdì 26 ottobre alle 21
presso la libreria
ROSALBA PIAZZA
presenta il suo libro
I SAPERI ILLECITI DEL METICCIATO
Medicina e tradizioni di cultura tra i Maya – K’iché del Guatemala

edizioni Il Colibrì

Il libro, di grande interesse, riprende l’esperienza vissuta dall’autrice in Guatemala, iniziata come cooperante del Gruppo per le Relazioni Transculturali, e poi proseguita a fianco delle persone che durante gli anni ha conosciuto e con le quali ha condiviso importanti momenti di vita, di lavoro e di riflessione.
Il testo, complesso, introduce in un vasto mondo di esperienze e di riflessioni. Il libro prende le mosse dal modo in cui i Maya-K’iche’ nominano gli aspetti della loro cultura, per sé e nel confronto con gli altri, per porsi poi le domande sui nessi che legano le pratiche mediche autoctone e la scienza medica occidentale.
“Come tutte le storie anche quella della medicina è il portato di dinamiche sociali che si svolgono nel tempo e nello spazio; come tutti i saperi, anche quello medico non si diffonde per processo naturale e per osmosi, ma chiama in causa rapporti di potere, guerre e paci delle armi e delle idee.”

Alla serata sarà presente l’autrice Rosalba Piazza. Presenterà il libro Andrea Millul, medico ricercatore. Il dott. Millul collabora con l'istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" di Milano. Svolge la propria attività nell'ambito delle patologie neurologiche, in particolare per quanto riguarda gli aspetti epidemiologici e di qualità di vita dei pazienti. Da alcuni anni appassionato di antropologia medica, soprattutto per quanto concerne i rapporti transculturali della pratica clinica.
Saranno presenti per il GRT Loris Panzeri, Presidente, Rosalba Terranova Cecchini, psichiatra che ha guidato la chiusura dell’Ospedale psichiatrico Cerletti, fondatrice del GRT nel 1968 dopo un'esperienza di cooperante psichiatra in Madagascar, attualmente presidente della Fondazione Cecchini Pace, Loredana Previtali, consigliere del GRT, ex cooperante; Antonella Maiocchi, consigliere del GRT, ex cooperante, Maria De Carli, consigliere del GRT

Rosalba Piazza, storica, già ricercatrice presso l’Università di Catania, ha particolarmente approfondito gli studi sull’America Latina con particolare attenzione all’epoca coloniale.
Ha iniziato la sua esperienza in Guatemala con il GRT attraverso una ricerca nell’ambito della Medicina Tradizionale in Totonicapan e, nel pieno rispetto della popolazione locale, ha con essa costruito un progetto di cooperazione che tenesse conto delle necessità di sviluppo globale della comunità e di rafforzamento della sua identità culturale.
Ha proseguito in tutti questi anni il suo rapporto col Guatemala, con le persone conosciute e a fianco delle quali è cresciuta, con le quali ha costruito un perorso comune e che ormai fanno parte della sua vita affettiva e professionale, aspetti in lei profondamente integrati.
Tra le sue pubblicazioni: Adamo, Eva e il serpente. L’idea di sessualtà nel pensiero cristiano dalla Patristica a Tommaso d’Aquino (La luna, 1988) e Colonizzazione ed Evangelizzazione (Dehoniane, 1992). Attualmente vive in Messico, dove prosegue nei suoi studi e nelle sue ricerche, e prepara un testo sui processi di idolatria a Oaxaca durante l’epoca coloniale.

Il GRT nasce nel 1968 come Istituto di ricerca e sperimentazione di nuove modalità per il vivere di tutti che parevano affiorare, come fascinazione, dalle Tradizioni antiche e dai moti rivoluzionari di Paesi dell’allora 3° Mondo. Opera in Italia e all’Estero con segmenti di popolazioni o gruppi di persone in stato di emarginazione in quanto espressione di valori culturali “fuori” dal circuito socio -culturale dominante, ricercando nuovi modi di relazionarsi tra le culture e tra i popoli nella convinzione che, ricercando e condividendo le situazioni limite, alternative, si possono trovare valori significativi nello sforzo di pacificazione dei popoli.
La sua storia si è sviluppata negli anni soprattutto con le esperienze di cooperazione in Nicaragua, Guatemala, Nepal e Somalia e Romania. In questi Paesi si coopera affinché le comunità che vi abitano inventino proprie strategie di sopravvivenza. Lavorando nelle istituzioni, sul territorio, percorrendo insieme i sentieri del desiderio la cooperazione aiuta gli uomini a rimanere protagonisti della loro storia, rispettando l'abilità e l'intelligenza degli uomini e delle donne nell'ideare proprie forme di sviluppo e di crescita. In Italia la storia del GRT è intrecciata all’impegno professionale nei Servizi sociali e psichiatrici.
 
I MARTEDI' DELLA CICALA
MALAWI

martedì 16 ottobre alle 21
presso la libreria
MARINA ZANOTTI
racconterà il suo
MALAWI

Marina Zanotti è in Malawi da quattro anni. Si occupa di malati di Aids in un paese in cui circa il 50% della popolazione è infetto, in cui la gente muore di fame per via del caldo torrido o delle piogge torrenziali, in cui la morte è più quotidiana del biblico pane..

Da una sua lettera a Roberto Mauri (che ha scritto insieme a lei il libro Malawi, non finirà mai, Edizioni dell'Arco):
“Penso a come il tempo cambi le cose… Sono in Malawi da quasi quattro anni e tante persone in fila sotto il sole cocente e per ore interminabili ad attendere medicine che non ci sono mi ha sempre procurato una pena profonda e amara… Ora è diventata una routine che non mi scuote più così nel profondo…
Allo stesso modo la realtà delle persone sieropositive o malate di Aids: il loro numero anziché diminuire è in continua crescita e, ahimè, questa catastrofe è diventata routine. Mi spaventa constatare come occhi e cuore possano assuefarsi e perdere la loro funzione originaria.
Le persone diventano parte del progetto, parte dei numeri che servono per chiedere fondi, e giustificati da questo lavoro da “buon samaritano”, non è più importante guardare la persona negli occhi, meditare in silenzio il dramma che sta vivendo… A volte la smania di rispondere immediatamente al bisogno ci fa dimenticare il bisogno stesso e ciò che significa, ci tranquillizza le coscienze e ci aiuta a non soffermarci troppo a pensare, riflettere…
Se questo succede a me, che per scelta ho voluto vivere queste routine, che cosa succede a tutti coloro che non hanno il privilegio di vivere sotto questo fantastico cielo?"



 pagine: <<  |  <  | 161 | 162 | 163 | 164 | 165 | 166 | 167 | 168 | 169 | 170 |  >  |  >>


info@lacicalalibri.it
via Statale 5/L, Merate (23807) - Telefono: 039.9900755 - P.IVA 02728870136

Cookie policy