Questo sito usa cookie per una migliore esperienza web. Navigando su questo sito acconsenti ad usare i nostri cookie. Informazioni | Chiudi

novità

 
LACICALAGIOCHI
LA LUDOMASTRA IN CICALA


LACICALAGIOCHI
PRENDE FORMA LACICALAGIOCHI


LA CICALA IN MOSTRA
LE CITTÀ INVISIBILI: LIBERE INTERPRETAZIONI DI PAOLA ALBANI


LE SERATE DELLA CICALA
ALBERgO CASIRAGHY: UN CASO DI TOLLERANZA


I LABORATORI DELLA CICALA
FIGLI: MANUALE DI ISTRUZIONI CERCASI


 

 

 

 
I LABORATORI DELLA CICALA
PUNTI, LINEE E SUPERFICI DI CARTAPESTA
lunedì 2 e 9 luglio alle 16
presso la libreria
PUNTI, LINEE E SUPERFICI
DI CARTAPESTA
educazione all’immagine
e laboratorio creativo
per bimbi dai 6 agli 8 anni

condotto da
MARTA COLOMBO

Il progetto vuole offrire ai bambini la possibilità di esprimersi attraverso linguaggi che spesso non rientrano nei programmi ricreativi scolastici. L’obiettivo principale è analizzare brevemente l’esperienza artistica di Wassily Kandinsky e il suo libro Punto, linea e superficie, e dare la possibilità di sperimentare la realizzazione di composizioni creative con la carta pesta. È stata scelta la cartapesta con lo scopo di allontanare i bambini dalla tradizionale bidimensione del disegno, e offrire loro la possibilità di relazionarsi con lo spazio e la tridimensione. Nel laboratorio l’adulto ha il ruolo dell’osservatore, è colui che provoca e stimola novità, forme e modi differenti per utilizzare il materiale in modo innovativo, libero e creativo. L’intervento dell’adulto sarà, come in ogni laboratorio di questo genere, molto affettivo e semplicemente in funzione di aiuto tecnico e mai di suggerimento artistico sul cosa si deve fare. Aiutare a fare quindi, ma non imporre idee già confezionate. Il bambino deve diventare il più possibile autosufficiente.

Marta Colombo, si è laureata in Decorazione col massimo dei voti presso l’Accademia di Brera, con una tesi di laurea sulla Fruizione tattile, e un capitolo della ricerca riguarda i laboratori di Bruno Munari, il suo metodo didattico ricreativo e la didattica museale. Ha avuto diverse esperienze di laboratori didattici in scuole materne di Milano, presso la biblioteca comunale di Osnago e al centro estivo Roseda di Merate.

I LABORATORI INIZIANO ALLE 16 E HANNO UNA DURATA DI CIRCA 2 ORE. E’ PREVISTA LA PARTECIPAZIONE DI MASSIMO 10 BAMBINI E LA QUOTA DI ISCRIZIONE PER I DUE INCONTRI E’ DI 20 EURO. IL COSTO DEI LABORATORI INCLUDE I MATERIALI. E’ RACCOMANDATO UN ABBIGLIAMENTO ‘SPORCHEVOLE’.
 
FUORIPROGRAMMA
LA FORMA DELLA LUCE
sabato 23 giugno alle 17
a OSNAGO
presso il GIARDINO di MARIA ROSA CASIRAGHI
in via per Ronco 11
NATURA, FOTOGRAFIA, POESIA E MUSICA SI FONDONO NE
LA FORMA DELLA LUCE "LIVE"

Per un pomeriggio sarà infatti possibile ammirare l’intero ciclo di fotografie La forma della luce di Filippo Schillaci, farsi cullare dalla voce ipnotica di Barbara Mauri che ha tessuto una rete di poesie di grandi autori per avvolgerci in questo piccolo straordinario viaggio e assaporare le fragranze del giardino di Maria Rosa Casiraghi mentre in sottofondo il flauto di Damiano Cricri accompagnerà i passaggi da un’isola poetica all’altra.
Che aggiungere?
Che la casa di Maria Rosa è abilmente nascosta in una traversa sulla sinistra della strada che da Osnago porta a Ronco Briantino, località Cappelletta (ci saranno comunque cartelli segnaletici all’imbocco della stradina), che le macchine vanno lasciate nel parcheggio davanti alla Chiesetta (invitiamo peraltro tutti quelli che possono a lasciarle al parcheggio dietro al cimitero di Osnago e fare due passi a piedi per raggiungere la Cappelletta attraverso il sottopasso), che la performance avrà una durata di circa un’ora ma che sarà possibile fermarsi anche dopo – finché c’è luce – per godersi fotografie e giardino e che naturalmente in caso di pioggia l’iniziativa verrà rimandata a una data successiva.
 
BEN ARRIVATA GRETA!!!
Alla piccola Greta, figlia di Paola e Andrea, nata venerdì 15 giugno a mezzogiorno la Cicala dedica questa poesia di Kavafis (che come Paola e Andrea ben sanno è il miglior viatico che possiamo immaginare per la nostra minuscola amica)...

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga
fertile in avventure e in esperienze.
I Letrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere d'incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, non certo
né nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti - finalmente, e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d'ogni sorta, più profumi
inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca -
raggiungerla sia un pensiero costante.
Soprattutto non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchia
metta piede sull'isola, tu, ricca
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.

Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messa
in viaggio: che cos'altro ti aspetti?

E se la trovi povera,
non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatta ormai savia, con tutta la tua esperienza addosso
già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.



 pagine: <<  |  <  | 151 | 152 | 153 | 154 | 155 | 156 | 157 | 158 | 159 | 160 |  >  |  >>


info@lacicalalibri.it
via Statale 5/L, Merate (23807) - Telefono: 039.9900755 - P.IVA 02728870136

Cookie policy